SENTIERELSA

PALAZZO RENIERI

SENTIERELSA

SentierElsa è diventata negli ultimi anni una delle attrazioni turistiche più ricercate nella Val d’Elsa. Le ragioni di questa tendenza sono tutte nella particolarità del luogo che offre paesaggi mozzafiato in una natura incontaminata, dove ci si può muovere con agilità e sicurezza. Un percorso attrezzato di circa 4 chilometri in un’area protetta, per entrare in stretto contatto con questo ambiente appartato e suggestivo. Il sentiero parte dal ponte di San Marziale e fiancheggia il letto del fiume Elsa fino alla località di Ponte di Spugna. Sul ponte di San Marziale si aprono la Steccaia e il Callone Reale, maestosa opera di ingegneria idraulica del passato, che permise di incanalare parte dell’acqua del fiume poi utilizzata per l’irrigazione. Lasciandosi alle spalle questa antica costruzione ci troviamo di fronte alla prima bellezza che il sentiero riserva, la spettacolare cascata del Diborrat. Dal punto di osservazione più alto si può ammirare la cascata in tutto il suo splendore. Sono ben 15 i metri di altezza e 10 circa di profondità, per questa cascata incassata tra pareti rocciose e umide dove la vegetazione si fa sempre più rigogliosa. Rimanendo sul sentiero il percorso scende fin sotto la cascata, dove si trovano le suggestive Grotte dell’Orso, così chiamate per la vaga somiglianza con il profilo di questo animale. Se aguzziamo la vista, nella prossimità delle Grotte allontanandosi di poco dal fiume, si intravede un’area attrezzata per pic-nic, un pò spartana ma comoda con un enorme sasso piatto, solitamente utilizzato come tavolino. Dall’area pic-nic si prosegue lungo il sentiero che riserva alcuni dislivelli fino alle Gore Rotte, ricca di ponti e passaggi in legno da affrontare in sicurezza. Il tragitto di Sentierelsa prosegue per altri 2 chilometri fino a raggiungere località di San Giorgio, dove è possibile attraversare il fiume. Da questo punto si oltrepassano alcuni tratti (Conchiglia, Masso Bianco etc.) fino ad un avventuroso guado del fiume denominato Apollo. Il sentiero termina in prossimità delle rovine del vecchio Ponte di Spugna, per poi ricondurci in città. 

Un’esperienza unica e suggestiva quella di Sentierelsa, con un percorso adatto per chiunque lungo l’alveo del fiume Elsa, tra scalini, guadi e staccionate, dove trascorrere piacevoli momenti in sintonia con la natura del luogo. Grazie alle particolari condizioni climatico-ambientali in questa area protetta, si possono anche ammirare singolari specie floro-botaniche e una variegata fauna ittica. Un percorso imperdibile per grandi e piccini.